Cuore arso


Di scarsa fiamma

Divampa infine l’anima

Ceneri spente

Di vecchi ardori

Impolverano funeste

Le pareti del petto

Un drappo inzuppato

Di tremule lacrime piante

Stringe la medesima mano

Che ha carezzato

Tante volte l’amore

Denudato e inaridito

Attende amorfe ormai

Si spenga l’ultimo tizzone

L’arso e riarso cuore.

di Calogero Mazza

tratta dal libro Poesie una raccolta nella vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...